Se sei un imprenditore nell’industria alimentare e i pavimenti del tuo stabilimento non sono nelle migliori condizioni allora questa lettera è molto importante per te…

Vuoi scoprire come avere un pavimento in resina industriale ad alta velocità di asciugatura e che resiste nel tempo, dimenticandoti per sempre della preoccupazione di un controllo dell’ALS, o peggio, del rischio di sospensione dell’attività produttiva?

Leggi le prossime righe e scopri come 1483 imprenditori, con il sistema brevettato RESYSTEM®, hanno risolto definitivamente il problema dei pavimenti rotti e delle piastrelle sporche – in pochi giorni e senza fermare la produzione della loro azienda.

Scopri subito come puoi unirti a loro e farlo anche tu prima che un ispettore dell’ASL o i sindacati ti facciano passare un inferno burocratico e ti svuotino il portafoglio per colpa di sanzioni e multe salatissime.

Se stai leggendo questa lettera probabilmente hai uno di questi tre seri problemi con i pavimenti della tua azienda che stai trascurando o non sai come risolvere.

3 problemi che puoi avere con i pavimenti della tua azienda che ti stanno facendo – o lo faranno presto – perdere mucchi di soldi e tempo prezioso

1. I pavimenti della tua azienda sono in piastrelle clinker o grés porcellanato e si rompono continuamente.

Questi pavimenti rotti e scivolosi, oltre a non essere più a norma HACCP per le aziende di produzione alimentare, purtroppo comportano delle preoccupanti conseguenze.

Per esempio carrelli con bancali pieni di merce possono finire rovesciati sul pavimento, con il grande rischio di rovinare tutta quella merce e non poterla più recuperare.

Oppure prova a pensare al grosso rischio infortuni, spesso causati da pavimenti scivolosi come una lastra di ghiaccio e con piastrelle rotte che formano pericolosi buchi sparsi qua e là nel tuo laboratorio.

In condizioni come queste è un attimo che un tuo operaio si inciampi mentre lavora, perda l’equilibrio e all’improvviso si ritrovi per terra con una caviglia rotta.

Se dovesse succedere un infortunio, non oso immaginare quante sanzioni e battaglie burocratiche saresti costretto ad affrontare.

Per non pensare al peggio del peggio: il sequestro dei locali produttivi e di conseguenza perdita di clienti e di fatturato.

Ma non è finita qui. Un’altra spaventosa conseguenza è che pavimenti rotti e crepati sono il posto ideale per la formazione di disgustosi nidi di germi e batteri pronti a contaminare tutta la tua produzione.

E per quanto i tuoi operai possano impegnarsi nella pulizia del pavimento, non riusciranno mai a sanificare del tutto un pavimento pieno di crepe e buchi.

Ecco perché i veterinari e l’ASL saranno lì pronti a emettere odiose sanzioni e multe o addirittura ti minacceranno di farti chiudere e fermare la produzione.

Probabilmente per evitare tutte queste sgradevoli conseguenze cerchi di rattoppare facendoti sostituire in continuazione le piastrelle rotte.

E così invece di trascorrere i tuoi weekend a rilassarti in montagna con la tua famiglia o giocare con i tuoi bambini, sei intrappolato in azienda ad assistere qualcuno che sostituisce le piastrelle rotte.

E per di più, come puoi vedere anche nelle foto qui sotto, con risultati abbastanza deludenti.

Per questo avrai sicuramente pensato di intervenire radicalmente e rifare tutti i pavimenti della tua azienda per liberarti da questi fastidiosi problemi.

Forse ti sei anche già fatto fare dei preventivi per rimuovere e smaltire tutti i vecchi pavimenti in piastrelle e rifare di nuovo tutti i sottofondi in calcestruzzo idonei a ricevere nuovi pavimenti in piastrelle o in resina.

Il risultato?

Ti hanno detto che per eseguire questi lavori devi fermare la produzione per delle settimane intere e questo per te vuol dire un enorme mancato guadagno per fermo produzione – senza tener conto della spesa da affrontare.

Ti è venuto il mal di testa solo a sentire proposte del genere e hai deciso di rimandare tutto a chissà quando!

Probabilmente tutte queste cose ti sono familiari, come lo erano per il nostro cliente Roberto Fierro prima di incontrarci. Ecco la sua breve storia.

img76 [SALES Giugno 2018] pavimenti in resina - Resitalia

 

Roberto Fierro
CASEIFICIO TRAMONTI

“Nel 2007 decidemmo di investire per la costruzione del nuovo capannone di circa 800 mq, per insediare il nuovo caseificio e decidemmo di fare i pavimenti in piastrelle.

resitalia_tramonti_1-300x225 [SALES Giugno 2018] pavimenti in resina - ResitaliaPurtroppo dopo solo alcuni mesi dall’inizio dell’attività iniziarono a rompersi le prime piastrelle, specialmente ai bordi delle canaline e nelle zone dove veniva versata dell’acqua calda a 80 gradi.

Con quelle piastrelle rotte si lavorava malissimo e convivevamo ormai con il rischio di infortuni e il rischio di subire qualche verbale dall’ispettore dell’ASL.

Siamo andati avanti a sostituire continuamente piastrelle rotte praticamente per 10 anni.

Nel febbraio del 2017 ho deciso di affrontare seriamente il problema pavimenti, e ho contattato un’azienda locale che da molti anni fa pavimenti in resina.

Ho fissato con il loro tecnico un appuntamento in caseificio per vedere il lavoro da fare. Ho chiesto loro di effettuare i lavori in un solo weekend perché non potevo sospendere la produzione.

A sorpresa, questo tecnico non mi ha neanche fatto una proposta, non se l’è sentita e mi ha liquidato dicendo che non era in grado di risolvere questo problema in un solo weekend.

resitalia_tramonti_2-300x225 [SALES Giugno 2018] pavimenti in resina - ResitaliaLa cosa buffa e che mi ha lasciato stupito è che lo stesso tecnico che ha rifiutato di iniziare i lavori mi ha passato il contatto della Res Italia srl.

Li ho contattati e in brevissimo tempo è venuto il tecnico della Res Italia, il Sig. Riccardo Caraci, a fare un sopralluogo in caseificio.

In 48 ore ci ha inviato il progetto per la risoluzione del problema e dopo qualche trattativa abbiamo sottoscritto il contratto per rifare tutto il pavimento del caseificio.

Dico la verità, ero proprio curioso di vedere se quello che mi avevano promesso verbalmente e per iscritto, lo avrebbero poi mantenuto per davvero.

I miei dubbi sono svaniti quando hanno iniziato i lavori ed ho subito capito il loro livello di professionalità.

Erano tutti organizzati e ogni membro della squadra sapeva esattamente quello che doveva fare.

In soli due giorni, venerdì e sabato hanno fatto tutta la pavimentazione del caseificio, e noi la domenica abbiamo rimontato tutti gli impianti per la produzione dei nostri formaggi.
Lunedì alle 3 del mattino abbiamo ricominciato la lavorazione del latte.

Fortunatamente le piastrelle rotte qua e la sono solo un vecchio e brutto ricordo!”

2. Hai dei pavimenti in resina, fatti magari neanche tanto tempo fa ma che purtroppo non funzionano.

Questi pavimenti quando sono bagnati si trasformano in scivolose lastre di ghiaccio e aumentano anche in questo caso il grosso rischio di infortuni e le pesanti conseguenze per te e la tua azienda.

Spesso noto che intorno ai chiusini e alle canaline di scarico, i pavimenti in resina epossidica si rompono e causano infiltrazioni d’acqua. Ed ecco che in un attimo la resina si stacca del tutto come nelle foto qui sotto

Vedo pavimenti in resina che hanno cambiato colore in poco tempo e si sono sbiaditi, basta niente e sono subito pieni di righe e scheggiature.

Sono sicuro che se ti trovi in questa situazione di disagio è perché ti sei fidato di qualcuno che si sarà presentato da te con delle meravigliose brochure e un lungo elenco di referenze.

Qualcuno che magari ti ha anche offerto 5 o 10 anni di garanzia, coperta da una polizza assicurativa postuma di qualche primaria compagnia assicurativa.

Convinto di essere coperto, hai chiamato chi ti ha fatto i lavori per esporre i problemi sorti e trovare un modo per risolverli.

Questa persona sarà venuta lì in azienda ad ispezionare, verificare, misurare, fotografare e chissà quante altre scenate simili.

E dopo tutto questo cinema, con un’aria da ingegnere ti avrà sicuramente detto che la colpa è del tuo pavimento già esistente o della falda acquifera che sale e tu non avevi avvisato che c’era o ancora della temperatura alta, della temperatura bassa, della luna storta, del terremoto… e quante altre balle simili.

E poi tutte queste balle le ha messe per benino in una lunga perizia incomprensibile.

Al contrario, è stato molto chiaro e comprensibile quando ha scritto che il suo prodotto ha superato tutti i test di qualità e che la posa è stata fatta a regola d’arte.

Il risultato?

La colpa è tua e quindi il pavimento in resina non è coperto dalla garanzia.

Ovviamente questo non è vero perché anche nel caso in cui il sottofondo presentasse dei problemi è compito del tecnico verificare e metterti al corrente dei problemi PRIMA di posare la resina.

So benissimo cosa hai provato in quel momento. Probabilmente se avessi potuto, questo genio dei pavimenti in resina lo avresti preso e messo nel cutter.

In effetti, dopo i primi problemi sorti, avevi capito che ti era stato venduto un pavimento in resina epossidica non adatto alla tua attività, ma eri abbastanza tranquillo perché eri sicuro di avere i pavimenti in garanzia.

Quando però hai capito che in realtà non era affatto così, ti sei sentito fregato e preso in giro.

Di conseguenza adesso vivi con l’angoscia e la preoccupazione di non sapere come fare per rimettere a posto i pavimenti, e soprattutto come fare a non finire di nuovo nelle mani di qualche altro personaggio simile.

Pensando di dover interrompere l’attività produttiva l’angoscia aumenta e in tutto questo, come se non bastasse, il veterinario o l’ispettore dell’ASL è sempre lì pronto con le sue minacce.

Per non parlare della preoccupazione di non essere a posto con i pavimenti nell’occasione dell’audit del tuo più grande e importante cliente, rischiando così di veder sfumare forse il tuo più grande affare.

Queste preoccupazioni le ha provate anche il nostro cliente, il sig. Pavarano amministratore dell’azienda New Elfin, prima di decidere di affidarsi a noi per il rifacimento dei pavimenti della sua azienda.

cust02-241x300 [SALES Giugno 2018] pavimenti in resina - Resitalia“Circa 3 o 4 anni fa abbiamo affidato ad un’azienda il rivestimento del pavimento in resina dell’intero locale magazzino dello stabilimento.Inizialmente ero soddisfatto del risultato ottenuto alla fine dei lavori. Il pavimento sembrava essere a posto.

Dopo pochissimo tempo, però, il pavimento ha iniziato a rompersi, un vero disastro.

Subito ha iniziato a cedere nelle zone che venivano maggiormente stressate dal continuo passaggio dei muletti: la resina si staccava dal sottofondo, saltava un pezzo dopo l’altro, si rompeva.

Ero deluso ed amareggiato, avevo investito per fare il pavimento del magazzino e adesso era quasi peggio di prima.

Ma la cosa peggiore era il costante rischio che spostando la merce su e giù con i muletti, potesse finire tutto a terra da un momento all’altro!

E peggio del peggio, i miei operai rischiavano di cadere, di farsi male. Chi ha un’azienda sa bene cosa vuol dire affrontare e gestire un infortunio sul lavoro ed era l’ultima cosa che mi serviva in quel momento.

new-elfin-2-300x225 [SALES Giugno 2018] pavimenti in resina - ResitaliaA questo punto mi sono messo in contatto con la Res Italia, dopo un paio di giorni il loro tecnico, Sandro Croce, è venuto a fare un sopralluogo e finalmente ho capito perché il pavimento che era stato posato prima si era rotto in diversi punti e non aveva tenuto come mi era stato promesso.

Il problema, mi è stato spiegato, è che il sottofondo presentava dei grossi problemi di consistenza, si sgretolava e cedeva.

Non raggiungeva i parametri di compressione adeguati che per la posa della resina devono essere almeno 3,5 Mpa (me lo sono imparato a memoria questo numero dopo questa brutta esperienza!)

new-elfin-3-300x225 [SALES Giugno 2018] pavimenti in resina - ResitaliaPurtroppo l’azienda di resine precedente, non aveva ispezionato e verificato per bene il sottofondo, hanno posato il loro pavimento direttamente sul sottofondo esistente, senza risanarlo ed ecco perché dopo poco tempo il pavimento si è staccato quasi dappertutto.

Avendo avuto la brutta esperienza con l’altra azienda di resine era difficile per me dare di nuovo fiducia, cosi ho chiesto a Res Italia di fare prima una prova di pochi metri quadrati nella zona più ammalorata e più trafficata del magazzino.

Hanno finito il lavoro in un weekend di agosto 2016 senza interrompere la nostra attività nel magazzino. Abbiamo testato questo pavimento per un anno intero e ho potuto notare che i problemi di pavimento si erano risolti, almeno su questa piccola area.

new-elfin-4-300x225 [SALES Giugno 2018] pavimenti in resina - ResitaliaA questo punto ho deciso di far rifare alla Res Italia tutto il pavimento del magazzino.

Pochissimi giorni dopo il sopralluogo, mi hanno proposto la soluzione: hanno risanato completamente i punti rotti e danneggiati del sottofondo (lavoro che doveva essere fatto prima) e solo dopo hanno proceduto con la posa della resina.

Adesso finalmente il pavimento è integro e uniforme, non si rompe e non salta come prima, anche nei punti di frequente traffico con i muletti.

Sono rimasto piacevolmente stupito della professionalità e della serietà della Res Italia.”

 

3. Nel tuo capannone hai i pavimenti industriali in calcestruzzo crepati e rotti, ancora da trattare

Sappiamo bene tutti i limiti dei pavimenti in calcestruzzo, infatti essendo porosi assorbono come spugne ed è molto difficile tenerli puliti.

Proprio per questo motivo, questi pavimenti non sono assolutamente a norma di legge per aziende di produzione alimentare.

Alcuni tentano di trovare rimedio andando addirittura in un colorificio a comprare una resina epossidica da dare a rullo o a pennello, ma ovviamente dopo solo qualche giorno di usura il risultato come puoi vedere nelle foto qui sotto è a dir poco pessimo.

Certo si tratta di pochi soldi spesi, sono d’accordo, ma purtroppo buttati via. I pavimenti in calcestruzzo oltre a non essere a norma, si crepano e si rompono diventando anche pericolosi.

img127 [SALES Giugno 2018] pavimenti in resina - ResitaliaIl nostro cliente, dottor Romano Rebecchi di Alternative Frozen Burger, si è trovato in una situazione simile, infatti abbiamo fatto il pavimento di tutto il suo stabilimento.

“Nel giugno 2017 abbiamo deciso di fare un ampiamento di circa 400 mq del nostro stabilimento.I pavimenti erano in calcestruzzo e in pessimo stato e chiaramente non idonei alle attività di produzione alimentare.

Presentavano parecchie crepe e rotture, non esistevano sgusci perimetrali che eliminassero l’angolo vivo tra pavimenti e pareti come richiede la normativa.

resitalia_afb_1-1-300x225 [SALES Giugno 2018] pavimenti in resina - ResitaliaVisto l’eccellente pavimento in resina di 15 anni fa esistente nello stabilimento che abbiamo riadattato, ci è sembrato logico ricontattare l’azienda che se ne era occupata nel 2001, e cosi abbiamo conosciuto Res Italia.

Dopo averli contattati, in pochi giorni il sig. Doda, il loro tecnico/commerciale, ha fatto un sopralluogo e dopo appena due giorni ci ha inviato, soluzione e offerta economica.

Per noi era molto importante terminare questi lavori entro il mese di agosto, e la Res Italia ha dato la piena disponibilità ad iniziare i lavori il 18 agosto e consegnarli resitalia_afb_2-300x225 [SALES Giugno 2018] pavimenti in resina - Resitaliail 22 agosto. Hanno consegnato i lavori con addirittura due giorni in anticipo.

Il pavimento finito è venuto benissimo e i ragazzi sono stati molto bravi.

È uniforme, senza fughe in cui rischiano di annidarsi batteri e germi. È antiscivolo anche quando è bagnato e si pulisce davvero con molta facilità”.

Che tu abbia un pavimento in piastrelle rotte..

Un pavimento in resina che si sfalda, è rovinato e la resina si stacca…

O che tu abbia un pavimento in calcestruzzo crepato e assolutamente non a norma…

Sicuramente stai affrontando o presto affronterai una serie di gravi problematiche che ti faranno perdere un sacco di tempo e di soldi nel tentativo di risolverle.

La bella notizia è che a tutti questi problemi esiste una rapida soluzione ed è quella sviluppata dalla mia azienda: la Res Italia.

A questo punto è necessario che mi presenti.

artan [SALES Giugno 2018] pavimenti in resina - ResitaliaSono Artan Doda, fondatore della Res Italia srl e creatore dei sistemi RESYSTEM®, RESYCRETE® e STERICOAT®.

Come vedi conosco molto bene i problemi dei pavimenti che ti tormentano costantemente.

È da 28 anni che, insieme ai miei collaboratori, vedo e risolvo questi problemi di pavimentazione.

Come hai potuto leggere anche dalle testimonianze dei nostri clienti siamo tranquillamente in grado di trasformare dei pavimenti in clinker disastrosi con mattonelle spaccate o scivolose, pavimenti in resina crepati e rotti, pavimenti in vecchio calcestruzzo in pavimenti completamente sani e totalmente antiscivolo e igienici.

Infatti i pavimenti in resina RESYSTEM®, grazie a un particolare processo di finitura, hanno un’ottima resistenza all’usura che evita brutti cambiamenti di colore e lo sfarinamento.

Resistono al traffico pesante, anche con muletti da oltre 40 quintali.

Resistono in modo eccellente alle basse temperature fino a -70 gradi e sono ideali per i tunnel di congelamento e per gli abbattitori di temperatura. Sono completamente impermeabili.

Sono facilmente pulibili e sanificabili perché il pavimento è continuo, senza nessuna fuga di dilatazione e ha sgusci perimetrali per eliminare l’angolo vivo tra pavimento e parete, facilitando la pulizia degli angoli.

So che sembra impossibile e probabilmente anche io al tuo posto farei fatica a crederci. Ecco perché non sarò solo io a dirtelo ma parleranno per me le certificazioni che la Res Italia si è conquistata.

1-1 [SALES Giugno 2018] pavimenti in resina - Resitalia

 

La Iso 9001 ha l’obiettivo di assicurare che il prodotto fornito dall’azienda sia conforme ai requisiti definiti dalla norma come le aspettative esplicite ed implicite del Cliente.

2-1 [SALES Giugno 2018] pavimenti in resina - Resitalia

 

L’HACCP invece dimostra l’adozione di misure di prevenzione rischi per la sicurezza alimentare.

3-1 [SALES Giugno 2018] pavimenti in resina - Resitalia

 

La Biomaster certifica i pavimenti Res Italia come antibatterici e antimicrobici permanenti.

  • Se sei stanco di passare i tuoi week end ad assistere qualcuno che sostituisca in continuazione piastrelle spaccate o che rattoppi pavimenti in resina rotti e saltati – invece di goderti la tua famiglia
  • Se non vuoi più lavorare con l’ansia che da un momento all’altro possa piombare in azienda un ispettore dell’ASL con la penna che freme di scrivere un verbale
  • Se vuoi dimenticarti una volta per tutte il rischio che un tuo dipendente possa scivolare sul pavimento o inciamparsi in qualche buco e farsi seriamente male
  • Se vuoi smettere di avere in continuazione bancali di merce rovesciata sul pavimento perché la rotellina del carrello è rimasta incastrata tra una piastrella rotta e l’altra e ha fatto ribaltare tutto
  • Se le infinite discussioni con il veterinario e le costanti minacce di chiusura dei laboratori per i pavimenti non a norma ti hanno fato venire la nausea
  • Se vuoi avere pavimenti sani e a norma e non lasciare scampo a germi e batteri che amano infilarsi tra le crepe e le fessure che si formano sui pavimenti rotti
  • Se vuoi distruggere la vergogna di invitare il tuo importante cliente in azienda e la paura di farti una brutta figura e perdere così un importante affare

Allora IL SISTEMA RESYSTEM® di RES ITALIA è quello che ti serve.

ECCO COSA OTTIENI QUANDO DECIDI DI RIVOLGERTI A RES ITALIA

  • Entro 48 ore dalla tua richiesta di un appuntamento, un nostro tecnico specializzato verrà nella tua azienda a fare un attento sopralluogo, verificherà la destinazione d’uso dei locali e ispezionerà il sottofondo esistente per poterti offrire la miglior soluzione possibile di pavimentazione
  • Dopo 2 giorni dal sopralluogo ti presenterò la nostra migliore offerta, studiata nei dettagli per farti avere il pavimento che hai immaginato.
  • Insieme all’offerta riceverai un campione del pavimento e dei colori che hai scelto. In questo modo potrai farti un’idea diretta sul risultato finale ancora prima di iniziare i lavori
  • Stabiliremo insieme le date dei lavori in base alle tue disponibilità aziendali, in modo da non farti perdere neanche un giorno di produzione. Le nostre squadre sono attive sempre e possono intervenire anche nei giorni festivi e nei weekend senza maggiorazioni di prezzi.
  • I lavori saranno tassativamente consegnati nei tempi prestabiliti. So benissimo quanto è importante e prezioso il tempo per un’azienda e non ho mai sopportato i lavori che iniziano e non si sa quando finiscono.
  • Alla fine dei lavori ti consegnerò uno specifico manuale di manutenzione e uso del pavimento che è appena stato posato così da garantirti una duratura e una resistenza per 10 anni.
  • Finiti i lavori continueremo a essere a tua disposizione. Avrai un’assistenza post vendita 7 giorni su 7. Per qualsiasi dubbio, informazione, problema o chiarimento potrai chiamarci in ogni momento anche dopo la vendita.

Ma non è finita qui, perché i pavimenti in resina RESYSTEM® sono coperti da una doppia e sorprendente garanzia

GARANZIA #1

Con Res Italia non perderai neanche un ora di produzione della tua attività e sono così sicuro di questo che..

Per ogni giorno di ritardo nel consegnare i lavori paghiamo noi una penale a te dai 1000 € ai 3000€.

Come ti ho detto per me la puntualità è fondamentale e so che anche solo un giorno di ritardo può provocare gravi problemi alla tua produzione.

GARANZIA #2

Io non ti voglio promettere miracoli che poi non corrispondono alla realtà e voglio essere totalmente onesto e trasparente con te.

Sono certo al 100% del valore e della resistenza che hanno i pavimenti RESYSTEM® e so, perché l’ho testato più e più volte durante i miei 28 anni di esperienza in questo settore, che se vengono rispettate determinate procedure sono in buone condizioni anche dopo 10 anni.

Per questo motivo, se verrà seguito con cura il protocollo di manutenzione e uso della pavimentazione, i tuoi pavimenti saranno in garanzia per un periodo di 10 ANNI.

Se anche tu hai un pavimento rotto, rovinato, non a norma e se vuoi liberarti definitivamente dello stress e dall’ansia che l’ASL o il veterinario ti fermino la produzione.

Compila il modulo qui sotto con i tuoi dati ed entro 48 ore sarai contattato da un nostro tecnico che ti darà tutte le informazioni di cui hai bisogno se vuoi rifare i pavimenti della tua azienda

    Leggi la normativa

 

Non vedo l’ora di trasformare i pavimenti della tua azienda!

A presto,
Artan Doda

 

P.S. Ricorda, il sistema brevettato RESYSTEM® è l’unico che ti permette di avere i pavimenti nuovi nella tua azienda, in pochissimo tempo e senza fermare la tua attività produttiva.

P.P.S. In un periodo storico ed economico come questo, lo stato ha bisogno di riempirsi le tasche per pagare il debito pubblico. E quale modo più semplice che intensificare i controlli dell’ASL e riempire le aziende di sanzioni?

Metti a posto i tuoi pavimenti prima che sia troppo tardi, CHIAMA AL 800 244 372 e ricevi tutte le informazioni.