Resitalia Iso

Le norme relative ai pavimenti in resina

La scelta di un pavimento in resina presenta molteplici possibilità, legate sia alla qualità dell’offerta sia alla destinazione d’uso.

I fattori da tenere presente quando si valutano i pavimenti resinosi sono numerosi e vanno dalla resistenza meccanica, agli agenti chimici e al fuoco, fino agli aspetti legati all’igiene.

A livello legislativo, le norme di riferimento sono le seguenti:

  • UNI 8636: è una lista particolareggiata incentrata sui requisiti che un pavimento in resina deve avere
  • UNI 8297: stabilisce le definizioni tecniche che descrivono le pavimentazioni in resina
  • UNI 8298-xx: entra nel dettaglio delle prestazioni che contraddistinguono i pavimenti resinosi
  • UNI 10966: contiene le indicazioni necessarie per progettare e realizzare le pavimentazioni in resina

Grazie alle informazioni presenti nelle ultime due norme, è possibile raggiungere risultati ottimali, calibrati sulle singole esigenze, nelle fasi produttive, progettuali e di posa in opera.

Inoltre, dal 2006 è previsto dalla Legge che i prodotti resinosi siano contrassegnati dal marchio CE, il quale si basa sulla norma europea EN 13813, in cui è illustrato come deve essere fatto un massetto usato per stendere un pavimento interno.

Ma i sistemi Resitalia sono conformi anche ad altre direttive, come:

  •  il D. lgs 81/2008: tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro
  • il D. lgs 155/1997: HACCP – decreto legge sull’igiene dei prodotti alimentari
  • i regolamenti CE 852/853 del 2004: normativa europea sull’igiene dei prodotti alimentari

Sono ulteriori conferme del valore delle soluzioni Resitalia: richiedi un appuntamento per rendertene conto di persona.